Erika Gregoris

Donna, 42 anni, mamma di Matilde e Pietro.

Socia fondatrice, formatrice e supervisore V.I.T.A.®

Fisioterapista – Osteopata D.O. specializzata in Osteopatia Biodinamica 

Docente di Clinica Intersistemica, Trattamento Fasciale Intersistemico, Trattamento Cranio-Sacrale Intersistemico, Osteopatia Fasciale, Osteopatia Biodinamica

… così dice di sé:

“Mi sento al servizio della Salute, nel senso più vasto del termine. Mi occupo in tal senso di vita integra, di complessità e di omeostasi. Sono laureata in Fisioterapia, diplomata in Osteopatia, master di Approccio Biocinetico, Biodinamico e Spirituale della scienza dell’Osteopatia.

La base della mia metodologia di lavoro è l’osservazione clinica attenta e scrupolosa, la conoscenza dell’anatomia e della fisiologia dell’essere umano sui vari piani, il totale affidamento alla Vita che ci abita e governa.

Ho fiducia in  ciò che siamo a prescindere da come ci manifestiamo.

Allo stesso tempo mi fido dell’osservazione del livello di coerenza con la Vita per come ci manifestiamo.

Cerco di agire l’amore per le persone, l’accoglienza senza giudizio di ogni aspetto del sentire, la responsabilità e la costante messa in discussione del livello di verità compreso a favore di fare spazio a verità sempre più vaste.

Opero in una clinica privata dove ricevo persone di ogni età e stato di salute: neonati, bambini, adolescenti, adulti, donne in gravidanza e puerperio, anziani, disabili.

Lavoro sia individualmente sia in gruppo.

Insegno attualmente Osteopatia Clinica, Osteopatia Fasciale ed Osteopatia Biodinamica, e sono docente in percorsi di formazione individuale sia per professionisti del settore sia per privati.

Conduco gruppi di terapia per pazienti e supervisioni rivolte a professionisti della relazione d’aiuto.

Il valore che sento di portare in V.I.T.A.

Integrità.

Mi sento un clinico, una ricercatrice ed un’esploratrice dei processi vitali e di esistenza degli esseri umani, sui vari piani di esistenza, in collegamento con tutti gli esseri viventi attraverso la Vita Una.

Nell’esperienza di vita raccolta fino a qui percepisco, in ogni aspetto che osservo, sia in ambito lavorativo sia personale, l’esistenza della natura duale: piacere e dolore, luce ed oscurità, gioia e tristezza, salute e malattia, attività e quiete, ovvero come la Vita Una si manifesta nella vita per come noi la conosciamo abitualmente.

Allo stesso tempo, percepisco la Presenza dell’Immanifesto, monadico e dunque mai duale, puro potenziale esprimibile, osservabile dalla posizione di quello che definisco l’osservatore, posto sul piano della Vita Una e di quella che percepisco come sede della Salute, ben oltre il concetto di salute e malattia che siamo soliti concepire.

Vivere in tal senso una vita integra, è nella coerenza di ciò che respiro ogni istante.

La mia intenzione di base

Da sempre ho sentito una profonda unione con tutti gli esseri umani e tutti gli esseri viventi, una connessione con la Vita e le sue manifestazioni, e una spinta di cuore ad accompagnare verso la Salute con la coerenza del Cuore con il cuore.